di Ivan Manca

Rompe in un colpo solo due “maledizioni” recenti, quella casalinga contro Gallarate e quella della partita inaugurale del campionato che era in corso dal 2010 dopo cinque debutti vincenti in fila, una combattiva Valceresio che senza Bolzonella, Scodro e l’ultimo arrivato Bellini riesce comunque a piegare la resistenza di una potenziale mina vagante del torneo che esce da Clivio col referto giallo ma a testa alta.
Quintetti iniziali composti da Fanchini, Iovene, Laudi, Mondello e Clerici per i padroni di casa guidati dal freschissimo ex di turno Nico Vis, l’anno scorso viceallenatore in biancorosso per l’ora rivale Arosio che in assenza di Gentile sceglie Bianchi, Arui, Gatto, Marku e Cola. Proprio quest’ultimo segna il primo canestro del match con un 2+1 al quale risponde subito Fanchini dopo un rimbalzo offensivo di Laudi seguente al tiro da 3 sbagliato da Clerici in uscita dall’area. Tutto il primo quarto risulta equilibrato con Mondello e Arui che rispondono a suon di triple (11-10 al 7′) e la Baj riesce a nascondere i due falli in un solo minuto di Laudi col contributo del “sindaco” Del Torchio che limita i lunghi ospiti (ma riesce anche a piazzare una potente stoppata al temuto esterno tascabile Bianchi) e costringe Arosio a puntare sull’esperto Leo dalla panchina al posto del ’96 Gatto. Nel finale della prima frazione ampio spazio di Gallarate per altri veterani della categoria come Gerosa e Pedemonte ed è proprio quest’ultimo, di ritorno dopo tre stagioni a Cislago, a piazzare da nove metri la tripla che spezza il primo mini-parziale in favore della Baj poco prima della sirena, nonostante i primi canestri della stagione di Iovene e Cortellari (21-19 al 10′). Largo ai giovani da ambo le parti in avvio di secondo quarto con Rulli e Gaspari contro Puricelli tutti ex compagni di squadra al Campus varesino ai quali si aggiunge Valeri (tutti in questo spezzone i 5 punti della sua partita) ma il match resta punto a punto (31-28 al 15′) sulla spinta del peso offensivo dei lunghi biancoverdi e degli esterni biancorossi (5 punti in fila dell’ex Cassano Magnago Arui) rispettivamente. Ma proprio a questo punto il team di Vis prova la fuga coi recuperi difensivi di Fanchini e gli assist di Iovene che innescano Clerici sotto canestro, firmando un 7-0 che viene solo sporadicamente fermato da un tiro piazzato di Bianchi (solo 8 punti totali senza triple a segno alla fine per il ’94 ex Pallacanestro varese, che era stato invece decisivo sempre a Clivio nel precedente match giocato nel 2013). Iovene prima dell’intervallo lungo è ancora senza errori al tiro (4-4 da 2, 1-1 da 3 ; 9-13 e miglior realizzatore della partita al termine), ruba palla dalla rimessa al duo Marku-Bianchi dopo una azione persa della Baj in attacco e il doppio 1-2 dalla lunetta di Arui e Cola fissa il tabellone del primo tempo sul 41-34.
Alla ripresa delle ostilità il mix di veterani e giovanissimi degli ospiti si dimostra comunque un gruppo omogeneo e determinato e con 4 punti consecutivi di Marku sotto canestro più un Arui da 10 punti e due canestri pesanti dal 20′ al 30′ riagguanta in breve tempo la parità, spezzata di nuovo da Mondello (47-45 al 25′). Gallarate abbassa ancora il quintetto ma paga la non impeccabile serata al tiro libero dei suoi esterni senza approfittare sul 49-47 del prematuro quinto fallo di Fanchini : dopo il fallo tecnico contro il play ex Pordenone Arui non firma il 2+1 alla sua portata e a seguire Bianchi sbaglia entrambi i suoi tentativi pur riscattandosi nel possesso seguente con gli ultimi punti della sua prestazione. Iovene e Del Torchio firmano continui controsorpassi anche dall’arco per rispondere colpo su colpo ai caldissimi trascinatori Pedemonte-Arui e proprio il play-guardia ex Cislago e Sangiorgese segna “solo” un libero su due per la nuova parità a 58 che conclude il terzo quarto. La panchina ospite prova sotto i tabelloni il ’95 Bellora ma deve fare invece i conti con gli ultimi 10 minuti da protagonisti assoluti del duo Laudi-Clerici che torna a fare fuoco e fiamme come ai tempi delle giovanili di Gavirate : l’esterno del 1991 segna tutti i suoi sette punti nella frazione finale di cui i primi quattro in fila costringono gli ospiti al timeout dopo un’infrazione di passi a Pedemonte. Il tabellone dice 68-60 al 35′ nonostante il quinto fallo di un importante Del Torchio e i quattro di Mondello e Valeri a penalizzare il reparto lunghi della Baj, ne approfitta Leo per tenere speranze di rimonta con l’ala ex Marnate che fa 6-6 dalla lunetta (7-8 complessivo pur senza canestri dal campo) ma proprio Clerici (doppia-doppia 12 + 11 fra punti rimbalzi) chiude virtualmente i conti prendendo sfondamento dal diretto avversario e segnando due volte in serie da sotto canestro con Iovene sempre fedele servitore di assist e che firma cinque delle ultime sette marcature biancoverdi unite a due liberi a segno di Gaspari utili a rispondere all’ultima tripla di Pedemonte. Il gruppo Valceresio può dunque festeggiare a metà campo proseguendo la serie positiva che dura da tutto il pre-campionato coi tornei vinti a Gallarate e Luino, ma venerdì prossimo dovrà sottoporsi ad un banco di prova se possibile ancora più ostico nella ben conosciuta Opera (già affrontata nel 2011 nella finale playoff di serie D) contro una squadra con tutte le carte in regola per ripetere l’importante stagione passata.

BAJ : Fanchini 4, Valeri 5, Iovene 25, Gaspari 3, Laudi 7, Del Torchio 11, Mondello 13, Cortellari 4, Rulli, Clerici 12. All. Vis

barragianni1

gallarate_A