di Basket Valceresio

 

 

 

 

Era il 1991 quando un giovane allenatore di Arcisate, fondava la Valceresio. Da allora, di acqua sotto i ponti ne è passata tanta, eppure lui è rimasto sempre lì al suo posto. Anzi no non proprio, perché da allenatore minibasket è diventato General Manager, facendo dei nostri colori una vera e propria famiglia.

Dino, ma esattamente come è nata la Valceresio?

Direi soprattutto grazie alla collaborazione tra Giulio Cadeo, che allenava al Basket Mina di Induno, e il sottoscritto che invece era la figura di riferimento per gli allenatori ad Arcisate. Noi ci concentravamo principalmente sul minibasket, mentre i nostri “vicini di casa” dedicavano maggior tempo al Settore Giovanile e ai campionati senior. Mettendoci insieme abbiamo unito queste due realtà, dando vita a quella che è la Valceresio che conosciamo oggi.

Tra tutte le panchine disputate come allenatore, quale vittoria ti è rimasta particolarmente nel cuore e quale sconfitta, invece, ti è bruciata particolarmente?

Di vittorie belle e importanti ce ne sono state tante e per questo posso ritenermi fortunato. Se ne devo scegliere una in particolare, cito quella del gruppo 1986 contro la Benetton Treviso al Trofeo Garbosi del 1999. Vincemmo di un punto negli ultimi secondi e fu il coronamento di un percorso tecnico iniziato dalla stagione precedente, in cui tutti i ragazzi migliorarono notevolmente.
Sconfitta più brutta penso sia legata a un particolare episodio: giocammo una finale regionale col gruppo 2000 e, da vice allenatore, fui espulso. Questo episodio mi segnò particolarmente: da quel momento infatti non allenai più un gruppo, neanche da assistente.

Hai allenato numerosi gruppi, ma a quale sei rimasto più legato?

L’annata 1975: sono i stati i primi ragazzi che ho allenato quando avevo solo 23 anni, ad Arcisate. Ero davvero molto giovane e questa squadra è stata un po’ il mio “primo amore a livello cestistico.

Da quando sei dirigente, gli allenatori che hai scelto per allenare la Prima Squadra sono stati diversi. Con quale di questi hai avuto un rapporto significativo?

Rispondere a questa domanda non è facile, perché sono stati tutti adattissimi a ricoprire questo incarico. Diciamo che li ho sempre scelti in base al periodo “storico”. Ne cito alcuni per rendere l’idea: Gergati è stato con noi tanti anni, ha allenato gruppi forti che andavano principalmente gestiti e lui in questo era molto adatto; Paolo Nicora invece aveva, ed ha ancora, un’inclinazione più giovanilistica e infatti è stato bravo a riportarci in C2 con un gruppo più “verde”; con Bruno Bianchi invece abbiamo impostato da sempre l’idea di far giocare i ragazzi e i giovani: anche quando siamo andati ai Playoff in C Gold avevamo costruito una squadra seguendo queste idee, mentre ad oggi abbiamo allestito un Roster quasi esclusivamente di Under o di ragazzi universitari, perché vogliamo far diventare la Valceresio un modello, una realtà in cui tutti i giovani si sentano “a casa”.

Del tuo ruolo da General Manager, cosa ti piace fare di più e cosa invece non ami particolarmente?

Mi piace molto cercare di valorizzare al meglio le risorse a nostra disposizione: i ragazzi di tutte le nostre squadre e anche il nostro Staff di allenatori, dalla Prima Squadra al Minibasket, passando per il Settore Giovanile. Invece la cosa che è un po’ più complicata e mi richiede sempre molto tempo, è la ricerca delle risorse economiche per la nostra società, soprattutto in un periodo di crisi come quello che stiamo vivendo ora. Però non mi perdo mai d’animo, perchè la Valceresio viene prima di tutto e le persone che ci sostengono a livello finanziario la pensano come me e di questo ne sono contento.

Dino adesso una domanda piena di significato: ma la Valceresio cosa rappresenta nella tua vita?

Ci sarebbero tante cose da dire, ma riassumo tutto così: è come se fosse la mia prima famiglia. Molte volte ho detto ad amici e conoscenti che far divertire i bambini e i ragazzi sarà il mio impegno per la comunità per tutta la vita, piuttosto che fare il Sindaco o l’assessore. Diciamo che è il mio modo di fare volontariato, rendermi utile per le persone che vivono vicino a me.

Concludo chiedendoti se hai un sogno nel cassetto per la Valceresio, qualcosa di cui saresti orgoglioso.

Mi piacerebbe che la Valceresio, in futuro, non fosse conosciuta solo per il basket, ma diventasse un polo, un realtà in cui poter fare anche altre attività: la pallacanestro sarebbe la principale, ma daremmo la possibilità alle famiglie di fare sport con noi a 360 gradi. Tutto questo aiuterebbe anche i ragazzi, potrebbero crescere in un ambiente sano, con il rispetto delle regole e soprattutto diventerebbero persone vere, ancor più di quanto non lo siano già oggi.

di Basket Valceresio    Era il 1991 quando un giovane allenatore di Arcisate, fondava la Valceresio. Da allora, di acqua sotto i ponti ne è passata tanta, eppure lui è rimasto sempre lì al suo posto. Anzi no non proprio, perché da allenatore minibasket

Post

atupertu

News

di Basket Valceresio

 

 

 

 

Tra le varie persone che occupano un posto nel Consiglio del Basket Valceresio, troviamo una figura che è con noi da tanti anni e non ha mai fatto mancare impegno, passione e professionalità. _

*Giancarla, ma da quanto esattamente fai parte della grande famiglia biancoverde? *
Direi dal 1988 circa, da quando accompagnavo mio figlio Dario a fare minibasket. Di lì a poco poi insieme a lui portavo anche Federico Bolzonella, che poi è diventato grande arrivando a giocare anche in Serie A. Oggi invece seguo i miei nipoti: Marco ha 15 anni e gioca alla Robur et Fides, dopo aver iniziato con noi, mentre Matteo ha 11 anni e gioca in Valceresio.

*Che cosa significa per te la Valceresio? *
É un po’ come una seconda famiglia ormai, faccio parte del Consiglio direttivo dal 1999 e diciamo che lo considero il mio modo per svolgere un’attività di volontariato per la collettività.

*Andando un po’ più nello specifico, ci puoi dire quanto tempo dedichi al giorno alla nostra società? *
Ci sono giorni più intensi e altro un po’ più rilassanti: facendo una media direi circa due ore al giorno tutti i giorni.

*Tra tutte le cose di cui ti occupi, ce n’è una particolarmente impegnativa e una che invece, col passare del tempo, fai “ad occhi chiusi”? *
Beh ormai i tesseramenti li faccio quasi “a memoria” essendo talmente tanti tra minibasket, giovanili, senior e allenatori.
Le assicurazioni invece direi che sono sempre qualcosa di molto impegnativo invece; richiedono molta precisione e devo fare sempre diverse telefonate e fare tutto al meglio.

*C’è un episodio, riguardante la società, a cui sei rimasta particolarmente legata? *
La targa che mi è stata regalata alla festa di fine stagione a giugno 2019: è stato un momento molto toccante, perché ho capito che molte persone mi vogliono davvero bene.

*Visto il periodo che stiamo vivendo, cosa ne dici di lasciare un messaggio a tutti i nostri atleti? *
Nonostante siano passati tanti anni, la passione per me è rimasta sempre intatta e quindi quello che mi sento di dire ai nostri ragazzi in questo momento di assenza dal basket giocato, è di non smettere mai di coltivare questo sport che regala sempre grandi gioie.

di Basket Valceresio    Tra le varie persone che occupano un posto nel Consiglio del Basket Valceresio, troviamo una figura che è con noi da tanti anni e non ha mai fatto mancare impegno, passione e professionalità. _*Giancarla, ma da quanto esattamente

Post

atupertu

News

di Basket Valceresio

 

 

 

 

Ciao a tutti.
L’ultima ordinanza regionale ha bloccato, fino al 6 novembre, gli allenamenti e le partite degli sport di contatto. Fra essi c’è, chiaramente, anche la pallacanestro.

La nostra attività, quindi, da oggi si ferma.

In attesa di avere notizie positive, cogliamo l’occasione per ringraziare chi, in questi mesi, ha permesso, pur fra paletti e difficoltà di riprendere l’attività.
I ragazzi: è stato bello rivederli felici e appassionati nel giocare con gli amici al loro sport preferito.
Gli allenatori: con grande passione hanno trasmesso di nuovo entusiasmo ai ragazzi, facendo respirare loro (per qualche ora senza mascherina), un po’ di aria di normalità.
I genitori: ci hanno aiutato a far rispettare le regole previste e a portare pazienza nel seguire orari e allenamenti che cambiavano di settimana in settimana.

Speriamo di avere presto notizie positive.

Forza Valceresio - Forza Lupi - BeaWolf

 

di Basket Valceresio    Ciao a tutti.L’ultima ordinanza regionale ha bloccato, fino al 6 novembre, gli allenamenti e le partite degli sport di contatto. Fra essi c’è, chiaramente, anche la pallacanestro.La nostra attività, quindi, da oggi si ferma.In

News

Post

Minibasket

Allenamenti

Esordienti

di Basket Valceresio

 

 

 

Sconfitta in amichevole per la truppa di Coach BB

Alti e bassi in questa uscita per i nostri ragazzi: ottima partenza, con Tosi protagonista dalla lunga distanza, che ci permette di chiudere il primo quarto sul più due. Con la girandola dei cambi del secondo periodo, non riusciamo a tenere alta l’intensità, e Cermenate ne approfitta per mettere la testa avanti. Sul finire del secondo quarto ci riavviciniamo sul meno 7, grazie a un Dal Ben ispirato dall’arco dei tre punti.
Nella ripresa i padroni di casa aumentano il livello di ogni esecuzione offensiva, mentre noi ci spegniamo un pochino alla distanza, complice forse un po’ di stanchezza dopo un mese di preparazione a ritmi elevatissimi.
Finisce 75-58 dopo quattro periodi di gioco

Bruno Bianchi commenta così la gara: “Prestazione ad alti e bassi, dove per venti minuti siamo stati in campo molto bene. A lungo andare hanno pesato notevolmente le 22 palle perse, che saranno sicuramente oggetto di lavoro nelle prossime due settimane in vista della prima di campionato. Dobbiamo riuscire ad essere più continui per tutti i 40’ di gioco e soprattutto evitare errori banali che in una categoria come la C Gold, si pagano a caro prezzo”

Tabellini (su 4 quarti): Idrissi 6, Bianchi, Tavasci 2, Biraghi 4, Dal Ben 9, Giglio 6, Garbarini, Cucchi 5, Tosi 13, Ballarin 3, Gaye 10, Clark

di Basket Valceresio   Sconfitta in amichevole per la truppa di Coach BBAlti e bassi in questa uscita per i nostri ragazzi: ottima partenza, con Tosi protagonista dalla lunga distanza, che ci permette di chiudere il primo quarto sul più due. Con la girandola

Prima Squadra

Post

C GOLD

News

di Basket Valceresio

 

 

 

A tu per Tu con ...... Fabio Fanchini

Seconda tappa della rubrica A TU PER TU, è il turno del Responsabile Tecnico Minibasket

1) Come hai vissuto i mesi lontano dai campi per colpa del Covid-19?

"É stato un evento talmente inaspettato che le prime settimane mi sembrava fosse tutto irreale,poi con il passare dei giorni é subentrata la consapevolezza di quanto stesse accadendo e ognuno di noi si è dovuto adeguare a questa sospensione forzata da tutte le attività. Ho cercato comunque soprattutto con i ragazzi più grandi di rimanere in contatto creando un gruppo di lavoro proponendogli tramite video messaggi esercizi fisici da fare a casa e devo dire che hanno apprezzato molto."

2)Ci puoi fare un commento sulla ripresa delle attività e su come hai trovato i ragazzi?

"I ragazzi e i bambini non vedevano l’ora di riprendere le attività perché lo sport oltre a dare benefici fisici è un momento importante di aggregazione e di crescita,e mi dispiace molto quando molto spesso viene messo in secondo piano rispetto ad altre attività della vita quotidiana.
Comunque ho trovato dei ragazzi e bambini molto felici e scrupolosi nel rispettare tutti i protocolli imposti per la ripresa degli allenamenti e genitori molto disponibili."

3) Il Minibasket, di cui sei Responsabile, come procede invece?

"Per quanto riguarda le presenze dei bambini ovviamente leggermente in calo ma in una situazione del genere ce lo potevamo aspettare,soprattutto perché ci hanno negato l’utilizzo di alcune palestre dove per anni abbiamo svolto attività di minibasket e ci siamo dovuti reinventare giorni e orari nuovi magari un po’ scomodi per l’organizzazione giornaliera dei genitori."

4) Quali obiettivi stagionali ti poni per le squadre che alleni?

"L’obiettivo primario per le squadre che alleno è sicuramente quello di una crescita costante sia tecnica che umana dei ragazzi,se poi vogliamo parlare di risultato statistico vorrei rinconfermare con under 16 quanto di positivo stavamo facendo prima dell’interruzione del campionato dove occupavamo al termine del girone di andata la terza posizione del girone Top con sole 2 sconfitte."

5) Un messaggio per le nuove leve: perché un ragazzino dovrebbe iniziare a fare minibasket alla Valceresio?

"Perchè il basket è uno sport di gruppo affascinante e completo e negli ultimi anni alla Valceresio abbiamo puntato molto l’attenzione sui piccoli atleti che saranno poi il futuro della Società."

Grazie Fabio!

 

di Basket Valceresio   A tu per Tu con ...... Fabio FanchiniSeconda tappa della rubrica A TU PER TU, è il turno del Responsabile Tecnico Minibasket1) Come hai vissuto i mesi lontano dai campi per colpa del Covid-19?"É stato un evento talmente inaspettato

atupertu

Post

di Basket Valceresio

 

 

 

Altra amichevole per i ragazzi di coach Bruno Bianchi, ospiti del 7 Laghi dell’ex Giovanni Cesani.

Partenza un po’ a rilento dei nostri lupi, che sono un po’ imballati e permettono a Gazzada di scappare subito via sul 12-0, costringendo il nostro staff tecnico a chiamare un immediato time out. Da qui usciamo bene, con due canestri in fila di Biraghi e Gaye che ci permettono di entrare in partita. Strada facendo aumentiamo la qualità dei nostri tiri e anche l’intensità difensiva cresce. Tiriamo molto da dietro l’arco, ma con buone percentuali (12/31) e questo ci permette di rimanere tutto sommato a contatto con i nostri avversari. Dopo l’intervallo capitan Biraghi, assistito da Garbarini che manda a referto 4 triple, prova ad accorciare il gap ma Gazzada è brava a colpirci da dentro l’area e sul perimetro, con Verri e Caruso protagonisti. Nel finale ampie rotazioni da entrambe le parti, col punteggio finale di 68-57 in favore della squadra di casa.

Il commento del Coach: “Un buon test contro una delle formazioni che affronteremo nel nostro girone. Gazzada è da sempre una buona squadra e anche quest’anno dirà la sua da quel che ho potuto vedere, ma noi ci siamo ben comportati; abbiamo tenuto botta in ogni situazione e abbiamo provato a ricucire ogni loro allungo. Un buon segno in vista del difficile campionato che ci aspetta. Ci sono molte cose su cui lavorare: nella metà campo difensiva dobbiamo concentrarci maggiormente sulle rotazioni e nella difesa sul Pick and Roll, mentre in attacco dobbiamo essere più fluidi e muovere maggiormente il pallone, cercando di creare tiri aperti il più possibile”

Tabellini: Idrissi 1, Bianchi 4, Tavasci, Biraghi 19, Giglio 3, Dal Ben 2, Garbarini 12, Cucchi 2, Tosi 6, Ballarin, Clark, Gaye 8

 

di Basket Valceresio   Altra amichevole per i ragazzi di coach Bruno Bianchi, ospiti del 7 Laghi dell’ex Giovanni Cesani.Partenza un po’ a rilento dei nostri lupi, che sono un po’ imballati e permettono a Gazzada di scappare subito via sul 12-0, costringendo

Prima Squadra

Post

Allenamenti

C GOLD

di Basket Valceresio

 

 

 

 

A tu per tu con... Paolo Marini

Oggi iniziamo questa rubrica facendo due chiacchiere con Paolo, nuovo Responsabile del Settore Giovanile biancoverde.

Paolo puoi dire, in breve, come hai vissuto i mesi lontano dai campi per colpa del Covid-19?

"Sembrerà scontato dirlo ma la cosa che più mi è mancata è lo stare con i miei ragazzi in palestra. Ho cercato di stargli vicino con delle video lezioni ma non è stata proprio la stessa cosa, anche se devo dire che loro si sono molto impegnati e hanno cercato di tenersi il più possibile in allenamento e questo mi rende molto orgoglioso."

Ormai dal 24 agosto sei tornato ad allenare insieme ai tuoi colleghi: ci puoi fare un commento riguardo la ripresa delle attività e su come hai trovato i ragazzi dopo tanti mesi di assenza dai campi ?

"Siamo una delle poche società in provincia che ha ripreso le attività così presto e stiamo facendo uno sforzo enorme per continuare a far si che tutta proceda nel migliori dei modi. Tutta questa “fatica” svanisce però quando vediamo i ragazzi che finalmente possono tornare a sfogarsi e a divertirsi insieme; in quel momento tutti i nostri sforzi svengono ripagati."

Andando un po’ più nello specifico, puoi descrivere brevemente quali gruppi alleni?

"Quest’anno seguirò ancora i “miei” 2007 che come ho già detto si sono fatti trovare pronti alla ripresa delle attività grazie agli allenamenti proposti durante il lockdown.
Poi ho cominciato una nuova avventura con il gruppo Under 15, che era di Enrico Senesi, dove vedo molta voglia di imparare e di mettersi in gioco e devo dire che sono molto contento di come stanno rispondendo agli stimoli di queste prime settimane. Con me ci sarà Marco Lamastro da vice, un ragazzo che per tanti anni ha giocato nel nostro Settore Giovanile e ora vuole iniziare ad allenare."

Concludendo questa chiacchierata, che obiettivi ti poni per questa stagione, per le tue squadre?

"Obiettivo principale per tutti direi che sarà di riuscire a tornare a giocare perché ne abbiamo un gran bisogno. Se davvero si riuscirà a far questo, vorrà dire che avremo già vinto tutti quanti...poi se porteremo a casa anche qualche referto rosa, di sicuro non farà male."

Grazie Paolo!

di Basket Valceresio    A tu per tu con... Paolo MariniOggi iniziamo questa rubrica facendo due chiacchiere con Paolo, nuovo Responsabile del Settore Giovanile biancoverde.Paolo puoi dire, in breve, come hai vissuto i mesi lontano dai campi per colpa

atupertu

Post

Prec
Succ
Shadow
Slider

Link

C GOLD – live

Risultati UNDER

Minibasket

Calendario Eventi Basket Valceresio

Nov
28
Sab
SOSPESA – BATTAGLIA MORTARA – C-GOLD @ PALAZZETTO 'R. Guglieri' - v. dell'arbogna - v. Ciniselli - MORTARA
Nov 28@21:00–22:30

6 Giornata di andata